CrossFit: Pro e Contro



Il CrossFit è un programma di allenamento e condizionamento fisico che sta spopolando in America e nel resto del mondo, ma è davvero così salutare?

La preoccupazione sta nel tasso d'infortuni. L'ABC (canale americano), ha espresso preoccupazioni sui programmi per bambini e la connessione con una malattia chiamata RABDOMIOLISI, una condizione potenzialmente fatale associato alla rottura muscolare.

I dati sottolineano che il numero d' infortuni durante gli allenamenti sono aumentati, ma è anche vero che il numero di CrossFitters stanno spopolando in questi ultimi anni. Secondo CrossFit HQ, all'inizio del 2007 c'erano solo 13 palestre affiliate, noto anche come boxe. Nei primi mesi del 2012 il numero di boxe è aumentato a 4000. Da allora il numero di boxe è sempre aumentato arrivando a conteggiarne circa 10.000 in tutto il mondo. Allora se il numero di partecipanti aumenta, non dovrebbero aumentare anche il tasso di infortuni?

Inoltre, i CrossFitters sono convinti che il loro sport non debba essere etichettato come un'attività generale. Dr, Leon Chang, insegnante presso l'università della California a San Diego e co-proprietario del box Crossfit Elysium a San Diego spiega che "si tratta di una metodologia di esercizi, quasi una filosofia, che utilizza tutto il corpo con movimenti funzionali ad alta intensità per tonificare la forma fisica, dire che il crossfit sia un'attività pericolosa e come dire che il trasporto veicolare sia pericoloso o l'attività fisica. Entrambe sono dichiarazioni che potrebbero avere qualche verità, ma sono del tutto inadeguate".

Chang suggerisce di usare il buon senso quando si utilizza un programma di allenamento come il CrossFit, riducendo al minimo i rischi di lesioni. Ecco alcuni consigli.



Cerca un boxe nella tua area che abbia la licenza
Per prima cosa bisogna identificare un boxe che abbia la licenza e con istruttori validi. Controlla la mappa ufficiale del CrossFit per trovare i boxe più vicini a te.

Limita la lista
Inevitabilmente, ci saranno grandi allenatori la fuori, ma alcuni non così grandi. Parla con gli allenatori per avere un'idea di ciò che rappresentano. Non ti sembra che abbiano cura della tua persona? O semplicemente aspettano solo un altro assegno mensile?

Qual'è il tuo piano?
Quando parlate con gli allenatori, chiedete come programmano gli allenamenti; dovrebbero essere in grado di rispondervi e dirvi il motivo per cui è stato programmato ogni allenamento, e gli obbiettivi sul lungo termine. Se non riescono a rispondere, probabilmente non sanno quello che fanno.



Evita i boxe con troppo "cardio"
Evitate i boxe che programmano allenamenti "cardio" di 20/30 minuti, perchè impiegano un numero vasto di esercizi impiegando molto tempo. La maggior parte degli allenamenti dovrebbero essere composti da 2-3 esercizi da 5-15 minuti.

La forza è forza
Assicurarsi che nel programma di allenamento ci siano degli esercizi dedicati alla forza, questo è molto importante per i principianti che non hanno forza e coordinazione, il powerlifting e il sollevamento olimpico possono essere una buona base. Programmare lavori di forza e farli imparare per gli insegnanti sono compiti complessi, e se trovate allenatori che sono in grado di farlo, probabilmente siete in un buon boxe.

Esegui movimenti corretti
La vostra priorità è quello di imparare i meccanismi corretti degli esercizi. L'intensità dovrebbe essere introdotta solo dopo che dimostri di aver imparato i meccanismi corretti. Un buon allenatore è al corrente di tutto questo, e i loro allenamenti rispecchieranno questa mentalità. In questo modo avrai meno probabilità di lesioni per costruire una base per una migliore performance.



Sviluppa intensità gradualmente
Un principiante non ha l'esperienza di un veterano. Introducendo l'intensità gradualmente potrete eliminare il rischio rabdomiolisi. 

Prenditi cura del tuo corpo
Un aspetto importante per un principiante e non, è il recupero e il riposo. I nuovi arrivati vogliono presentarsi tutti i giorni. Calma il tuo entusiasmo e consenti al tuo corpo di assorbire la formazione che ti offre il CrossFit. Il recupero è necessario per il beneficio dell'esercizio. L'esercizio è lo stress con cui il tuo corpo si adatta e questo richiede riposo e recupero. Non esagerare e prenditi qualche giorno di riposo.

Sii responsabile
Se l'allenamento ti sembra esagerato, assumiti la responsabilità e parla. Se qualcosa ti sembra pericoloso, chiedi. Se la spiegazione non ti soddisfa, prendi le tue decisioni, nessuno ti obbliga a fare qualcosa di potenzialmente pericoloso. Se conosci il tuo corpo, e spingi oltre fino al fallimento in un allenamento, e ti fai male, di chi è la colpa? Sia vostro che del coach. Se hai appena imparato a fare i pull-up e l'allenamento ne comprende 100 e ci si strappa le mani, di chi è la colpa? Sempre vostra e del coach. I nuovi arrivati e i principianti devono assumersi la responsabilità delle proprie scelte e decisioni.



Ricorda: Non esiste un'attività completamente sicura
Ogni tipologia di allenamento comporta un fattore di rischio. Purtroppo, l'unica alternativa è quello di essere inattivo, ma in questo modo si è più predisposti a malattie cardiache, obesità e diabete. Normalmente, i partecipanti che fanno CrossFit vedono miglioramenti, addirittura di vecchi infortuni, e se ne hanno di nuovi di solito sono lievi e temporanei. L'aspettativa di essere fisicamente attivi evitando completamente gli infortuni è totalmente ingenuo.