Chi ha Inventato i Burpees?




I Burpee è uno di quegli esercizi che amiamo odiare, ma non si possono negare i benefici che apporta al muscolo cardiaco. Il CrossFit impone una penale a tutti quelli che arrivano in ritardo alle lezioni o per altre infrazioni. Trenta Burpee è la penale per essere arrivati in ritardo o per non aver completato un circuito. Il completo movimento consiste nel cadere a terra da una posizione eretta, col petto toccate il pavimento e fate una flessione, in contemporanea raccogliete le gambe e fate un salto per tirarvi su, questo esercizio vi darà tono muscolare e un'ottima resistenza cardiovascolare. Questo esercizio è stato progettato per aumentare la forza e l'agilità utilizzando solo il peso corporeo.




Ma da dove viene il nome Burpee?


Il Burpee prende il nome da un fisiologo: Huddleston Burpee. Nel 1940 grazie ad una tesi alla Columbia University ha inventato l'esercizio come un modo per valutare l'idoneità negli adulti sedentari. I Burpee venivano fatti eseguire solo 4 alla volta, e ha effettivamente precisato che il movimento non deve essere eseguito per un numero alto di ripetizioni. Nelle persone con una scarsa forza di base i Burpee potrebbero essere dannosi per ginocchia e schiena.

In origine l'esercizio era stato chiamato "Squat Thrust" ed era formato da 4 parti: lo squat, il plank, il salto e il ritorno in piedi. Le flessioni (Push-Hup), sono stati aggiunti in seguito.

Durante la seconda guerra mondiale, l'esercito americano, usò questo esercizio come test di preparazione fisica, che consisteva di fare Burpee per 20 secondi. Alcuni anni più tardi passò a 60 secondi.

Iniziò così la tradizione dei Burpee, tuttavia sono state aggiunte molte varianti da allora, rimane uno dei migliori esercizi per un allenamento completo di tutto il corpo.